Il S. Rosario è più forte di una bomba atomica (e non è una metafora)

Cari amici,

Copio e incollo questo racconto di uno degli innumerevoli fatti storici che ci confermano che la nostra Fede è quella vera.

==========

…su Hiroshima è caduta una bomba atomica. Lo scopo era di
annientare Hiroshima per distruggere il potere militare giapponese.
Ma la Madonna, la Regina del Rosario, ha protetto
miracolosamente una piccola comunità di quattro padri gesuiti,
che vivevano nella casa parrocchiale, a soltanto otto isolati dal
centro dell’esplosione. Padre Hubert Schiffer aveva 30 anni e
lavorava nella parrocchia dell’Assunzione di Maria, a Hiroshima. Ha
dato la sua testimonianza davanti a decine di migliaia di persone:

“Attorno a me c’era soltanto una luce abbagliante. Tutto a un tratto,
tutto si riempì istantaneamente da una esplosione terribile. Sono stato
scaraventato nell’aria. Poi si è fatto tutto buio, silenzio, niente. Mi
sono trovato su una trave di legno spaccata, con la faccia verso il
basso. Il sangue scorreva sulla guancia. Non ho visto niente, non ho
sentito niente. Ho creduto di essere morto. Poi ho sentito la mia
propria voce. Questo è stato il più terribile di tutti quegli eventi. Mi
ha fatto capire che ero ancora vivo e ho cominciato a rendermi conto
che c’era stata una terribile catastrofe! Per un giorno intero i miei tre
confratelli ed io siamo stati in questo inferno di fuoco, di fumo e
radiazioni, finché siamo stati trovati ed aiutati da soccorritori. Tutti
eravamo feriti, ma con la grazia di Dio siamo sopravvissuti”.

Nessuno sa spiegare con logica umana, perché questi quattro
padri gesuiti furono i soli sopravvissuti entro un raggio di 1.500
metri. Per tutti gli esperti rimane un enigma, perché nessuno dei
quattro padri è rimasto contaminato dalla radiazione atomica, e perché
la loro casa, la casa parrocchiale, era ancora in piedi, mentre tutte le
altre case intorno erano state distrutte e bruciate. Anche i 200 medici
americani e giapponesi che, secondo le loro stesse testimonianze,
hanno esaminato padre Schiffer, non hanno trovato nessuna
spiegazione a perché mai, dopo 33 anni dallo scoppio, il padre non
soffriva nessuna conseguenza dell’esplosione atomica e continuava a
vivere in buona salute. Perplessi, hanno avuto tutti sempre la stessa
risposta alle tante loro domande: “Come missionari abbiamo voluto
vivere nel nostro paese il messaggio della Madonna di Fatima e perciò
abbiamo pregato tutti i giorni il Rosario.”

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Senza categoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...