verità in tasca

Certe volte accusano noi Cristiani di ritenerci dalla parte della Verità, di “avere la Verità in tasca”. Anche se preferisco pensare di avere la Verità nel cuore, più che in tasca, bisogna proprio dire che è una accusa fondata in un certo senso. E’ proprio cosi: noi Cristiani abbiamo l’immensa Grazia di conoscere la Verità che è Gesù Cristo.
Sarebbe assurdo negarlo e sarebbe ancora più assurdo essere Cristiani e non essere consapevoli di questa cosa, oppure magari addirittura vergognarsene.

Gesù stesso ha detto di essere LA Via, LA Verità e LA Vita; ha anche:“[…] Chi si vergognerà di me e delle mie parole davanti a questa generazione adultera e peccatrice, anche il Figlio dell’uomo si vergognerà di lui, quando verrà nella gloria del Padre suo con gli angeli santi". (Mt 8:38)

Noi crediamo in Gesù perché la Sua Persona cosi eccezionale, i Suoi Insegnamenti cosi pieni di saggezza, i Suoi Miracoli, le Profezie che si sono compiute in Lui, la Sua Risurrezione e cosi via testimoniano che Gesù è Signore.

Gesù non ha detto dunque di essere “una via”, “una verità” o “una vita”. E non c’è dunque neanche un’altra via, un’altra verità o un’altra vita senza Gesù.

Questo non ci deve portare a una specie di supponenza ma ci deve piuttosto spingere a portare la Verità, cioè Nostro Signore Gesù Cristo, a conoscenza di tutti. Fintanto che ci sarà al mondo anche uno solo che non è Cristiano dobbiamo darci da fare affinché anche questa persona lo diventi. Ne dipende la salvezza e la felicità di quell’anima e anche della nostra.

Gesù stesso ci dice di annunziare il Vangelo ad ogni creatura.

Cerchiamo dunque di testimoniare Gesù, consapevoli almeno un pochino della enorme Grazia che abbiamo avuto ad incontrarLo! La testimonianza, oltre ad essere una nostra Vocazione si tratta, come diceva San Josémaria Escrivà, di rendere le persone molto felici.

Buona Domenica!

A.

P.S. Piccola nota finale sulla “Verità nel cuore”: mi riferisco in maniera forse un po’ “poetica” in sostanza alla cosiddetta “Teologia della Inabitazione”. L’anima in stato di Grazia infatti è abitata dalla Santissima Trinità. Quindi ad esempio “per strada”, se siamo in stato di Grazia, i “Tabernacoli” siamo noi!
Dice San Paolo (1a Lettera ai Corinzi 6,19):” O non sapete che il vostro corpo è tempio dello Spirito Santo che è in voi e che avete da Dio, e che non appartenete a voi stessi?”.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Senza categoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...