Preti, parliamone…(di Augusto Prinsen)

Insomma; pare proprio –almeno a sentire i media- che la più sporca “razza” del mondo siano i preti. (Pare di sentire Peppone; quello di don Camillo.) Ci sono i preti pedofili, i preti che frequentano locali gay e fanno doppia vita, i preti cosi e i preti cosà eccetera eccetera eccetera.

Da mesi ormai i tiggi, i giornali e cosi via ci martellano con notizie terribili (perché sono effettivamente notizie terribili).. Tuttavia c’è anche tanto che non viene detto. Leggo su internet che “i preti in Italia sono circa 39.000, in 50 anni, di preti condannati per molestie ai minori, ce ne sono 17 sicuri ed altri 10 in attesa di giudizio”. E’ di questi giorni inoltre per es. la notizia di un prete condannato per pedofilia, morto nel frattempo di crepacuore, e poi invece risultato innocente.
Ora, anche 1 solo caso a livello mondiale è ovviamente già troppo; tuttavia va anche ammesso che il problema riguarda –almeno a vedere i dati- solo una minima parte della categoria.

Sapete dove, in Italia, vengono commessi il 60% circa di abusi su bambini? In famiglia. Ad esempio da padri, oppure anche da nuovi compagni di donne con bambini et simili.. Vogliamo dunque SERIAMENTE combattere la pedofilia? Una cosa da fare allora forse sarebbe ad esempio pensare di fare cose come vietare il divorzio, vietare a donne con bambini di risposarsi eccetera.

Certo, nella Chiesa c’è molto sporco (d’altronde non a caso c’è anche un Sacramento apposta; quello della Confessione), l’ha detto il Papa già da cardinale ed inoltre anche col suo operato ci ribadisce che non lo possiamo tollerare.. Quindi i preti pedofili che ci sono vanno fermati, i preti gay si facciano un esame di coscienza, ubbidiscano ai loro superiori e cosi via. Tuttavia bisogna anche dire che nella Chiesa c’è un enorme massa di sacerdoti che invece fanno tanto bene. Ma purtroppo fa più rumore un albero che cade che una foresta che cresce.

La Chiesa comunque è anche piena di peccatori; anzi direi che c’è soprattutto per i peccatori. Il medico (cioè Gesù Cristo) serve ai malati, non ai sani. Diceva un convertito al Cattolicesimo come Oscar Wilde che la Chiesa Cattolica è per i peccatori e per i santi. (Aggiungeva che per le “brave persone” –cioè per le persone che si ritengono brave persone e non riconoscono che sono peccatori anche loro- c’è la chiesa anglicana.) E, seppur dobbiamo condannare il peccato, dobbiamo essere anche contenti che ci sia posto per i peccatori. Difatti, se nella Chiesa non ci fosse spazio per i peccatori, noi che siamo peccatori non ci potremmo stare.

Non scordiamoci di pregare e fare qualche sacrificio per i nostri preti! Può essere che serva più un ‘Padre-Ave-Gloria’ alla causa che non un milione di chiacchiere.

Un saluto,

A.

P.S. Le statistiche sulla pedofilia in Italia provengono da miei “ricordi”; verificati con qualche ricerchino su internet. Non prendetele però come ufficiali; eventualmente verificatele prima.
P.S.2. Segnalo questo articolo di Massimo Introvigne; ‘Quanti sono i preti "pedofili"?’: http://www.cesnur.org/2007/mi_preti.htm

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Senza categoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...