«Verso Madrid, iscrivendosi tutti insieme»

Giovedì la Spagna aprirà le iscrizioni alla Gmg di Madrid 2011, credo sia molto importante veicolare l’idea che i giovani non si iscrivano sul sito spagnolo bensì con la loro diocesi o associazione che poi riverserà i nomi dei partecipanti al Servizio nazionale che a sua volta provvederà a iscrivere tutti alla Gmg del prossimo anno», don Nicolò Anselmi direttore del Servizio nazionale di pastorale giovanile della Cei, ci tiene a sottolineare l’importanza di procedere tutti uniti, fin dalle prime battute che sono appunto le iscrizioni. Così come è importante «prevedere un momento di formazione per i giovani che partiranno, dedicato alla storia e alla vita delle loro diocesi – riprende Anselmi – ; portare con sé un’immagine dei Santi patroni diocesani o altri oggetti della propria tradizione religiosa». Altro elemento da non trascurare: «Ogni diocesi organizzi un proprio coro-orchestra diocesana – suggerisce – per i momenti di preghiera e di festa, tenendo presente che tutti gli strumenti musicali sono i benvenuti, ma anche preveda la possibilità di organizzare un evento sportivo che possa essere una partita di calcio, basket, pallavolo…». Partecipare alla Gmg, ci tiene a sottolineareil direttore del Servizio Cei, significa «comunque vivere un’esperienza gioiosa e divertente perchè bella e gioiosa deve essere la vita cristiana; la Gmg è un ‘pellegrinaggio missionario’, con un forte e alto contenuto di fede e il titolo stesso voluto dal Papa richiama questa idea». Ma attenzione: «Ogni missionario è un ‘inviato’ da una Chiesa – precisa Anselmi –, non parte a titolo personale; è importante che le parrocchie e le diocesi sappiano quanti e quali giovani andranno a Madrid, li accompagnino con la preghiera e chiedano loro di raccontare, al ritorno, l’esperienza vissuta per chi è rimasto a casa». Nessuno partirà senza essersi preparato prima, per questo annuncia Anselmi, dopo l’estate «verranno approntati per le diocesi alcuni strumenti per vivere nel miglior modo possibile la Gmg; in particolare un libro che, per un anno liturgico – dal 28 novembre 2010 al 27 novembre 2011 – potrà essere utilizzato da ogni giovane, a livello personale o in gruppo». Nel volume si potranno trovare spunti e proposte di preghiera, di riflessione, di impegno e sarà disponibile presso i Servizi diocesani per la pastorale giovanile e nelle librerie cittadine.

Daniela Pozzoli

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Senza categoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...