COMMENTO AL VANGELO DI DOMENICA 23 MAGGIO 2010 – (Giovanni 15,15-16.23b-26) – DOMENICA DI PENTECOSTE

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Se mi amate, osserverete i miei comandamenti; e io pregherò il Padre ed egli vi darà un altro Paràclito perché rimanga con voi per sempre. Se uno mi ama, osserverà la mia parola e il Padre mio lo amerà e noi verremo a lui e prenderemo dimora presso di lui. Chi non mi ama, non osserva le mie parole; e la parola che voi ascoltate non è mia, ma del Padre che mi ha mandato.Vi ho detto queste cose mentre sono ancora presso di voi. Ma il Paràclito, lo Spirito Santo che il Padre manderà nel mio nome, lui vi insegnerà ogni cosa e vi ricorderà tutto ciò che io vi ho detto».

COMMENTO
Tempo fa, in un giorno più o meno lontano, il Vescovo ci segnò in fronte con il sacro crisma ,e poi ci esortò a prendere il largo con la forza dello Spirito Santo sceso in noi con il Sacramento della Cresima.
Quel giorno vivemmo la nostra Pentecoste, sentimmo dentro entrare il fuoco dello Spirito, come un giorno lontano i Discepoli nel Cenacolo di Gerusalemme, e sentimmo ancora l’entusiasmo di essere diventati adulti nella fede, pronti a ìniziare il nostro cammino di Testimoni di Cristo.
Poi, forse gli affanni del vivere e le preoccupazione del quotidiano , ci hanno fatto sopire l’entusiasmo di quel giorno, e lo Spirito Santo, anima della nostra vita spirituale, è diventato un emerito sconosciuto. Però Lui, nonostante la nostra noncuranza e i nostri silenzi ,ha continuato a lavorare dentro di noi.
La Liturgia di oggi è carica delle presenza di questo Spirito, promesso da Gesù agli Apostoli e inviato il giorno di Pentecoste. Gli Apostoli, come ben fotografa l’avvenimento la prima lettura, tolta dagli Atti degli Apostoli(2,1.12) ,erano riuniti nel Cenacolo, insieme a Maria , la Madre di Gesù.
Non nascondevano una certa paura dei Giudei, anche se Gesù Risorto, per quaranta giorni, aveva cercato di confortarli con la sua presenza e li aveva confermati nella verità che la pietra del sepolcro, ribaltata dalla potenza di Dio, sarebbe stata la pietra angolare , posta dal Padre nel progetto della salvezza dell’uomo. Essi avevano appreso, guardato, toccato con mano, ma qualcosa che sapeva di incertezza e di paura era rimasta in loro. Lo Spirito Santo, in forma di lingue di fuoco, scende su di loro e brucia ogni scoria di paura e di incertezza, guidandoli alla verità tutta intera, secondo la promessa di Gesù, e infondendo in loro quella forza e quel coraggio senza confini che poi li farà uscire all’aperto per annunciare il Mistero di Gesù di Nazareth, Uomo- Dio, morto ma risorto. Oggi, giorno di Pentecoste, nasce la Chiesa, fondata sulla roccia che è Pietro, e animata dal fuoco dello Spirito santo, un fuoco che mai si spegnerà, nonostante le piogge e le tempeste che a volte sono nate anche all’interna della stessa Chiesa. Nel giorno della Pentecoste nasce il Nuovo Popolo di Dio, battezzato dal fuoco dello Spirito e chiamato nel mondo ad essere segno di salvezza.
Noi , Nuovo Popolo di Dio, confermati nella fede dallo Spirito, siamo chiamati ad essere non un idea che cammina, ma una vita che vive , e che da ogni parte grida forte la presenza di Cristo-Gioia, di Dio-Misericordia, e dello Spirito-Amore senza confini. Lasciamo agire lo Spirito dentro di noi, non leghiamogli le mani con le nostre ristrettezze mentali e le nostre pianificazioni di vita senza senso, lasciamo che in noi, attraverso noi, e con la nostra collaborazione forte e serena “rinnovi ancora la faccia della terra!”.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Senza categoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...