Il crocifisso rappresenta valori universalmente riconosciuti

 
Con una sentenza fintamente democratica e che offende i sentimenti dei popoli europei nati dal cristianesimo, la Corte europea dei diritti dell’uomo di Strasburgo boccia i crocifissi nelle aule scolastiche.
Secondo la sentenza su un ricorso presentato da una cittadina italiana il simbolo cattolico costituisce "una violazione del diritto dei genitori ad educare i figli secondo le loro convinzioni" e una violazione "della libertà di culto degli alunni".

Questa sentenza è la conseguenza della pavidità dei governanti europei, che si sono rifiutati, a suo tempo, di menzionare le radici cristiane nella Costituzione europea; a questo punto è più che mai urgente e necessario inserire le radici cristiane nella Costituzione italiana.

Purtroppo sono parecchi gli ignoranti che non capiscono che la presenza del crocifisso in classe non significa adesione al cattolicesimo, ma è il simbolo principale della tradizione nella quale i popoli europei affondano le proprie radici che questi soggetti vogliono stupidamente rinnegare.

Il giudice Nicola Lettieri, che difende l’Italia davanti alla Corte di Strasburgo, ha reso noto che il governo italiano ricorrerà contro la sentenza.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Senza categoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...