riflessioni

IN PRIMO PIANO:
http://www.totustuus.net/modules.php?name=Content&pa=showpage&pid=37
Card. Bagnasco: cultura neo-illuministica e Dio nella vita pubblica
Nella tendenza a ridurre il compito ecclesiale, e considerare le funzioni sociali come più rilevanti di quelle religiose, è difficile non vedere in azione una sorta di secolarismo edulcorato, ma non per questo forse meno subdolo, che – foss’anche senza volerlo – da una parte lusinga i cattolici e dall’altra li emargina… C’è la preoccupazione che, alla base di simili posizioni un po’ disincarnate, s’annidi una cultura neo-illuministica per la quale Dio in realtà c’entra poco – forse nulla – con la vita pubblica: lo si lascia al massimo sopravvivere nella dimensione privata ed intima delle persone. Ma il vangelo annuncia che Gesù è Dio fatto uomo, è pertinente alla storia e interessato al mondo.

IN LIBRERIA:
http://www.totustuus.net/modules.php?name=Forums&file=viewforum&f=24
Le porte regali. Saggio sull’icona
Il pittore per primo deve contemplare l’Archetipo. Anzi i veri artefici delle icone sono i Santi Padri, che ci offrono le loro visioni mediante il lavoro degli artisti. «Come attraverso una finestra vedo la Madre di Dio, la Madre di Dio in persona, e Lei prego, faccia a faccia, non la sua raffigurazione. Sì, è nella mia coscienza e non è una raffigurazione; è una tavola con dei colori ed è la stessa Madre del Signore» (p. 65). Di qui il frequente intreccio tra santità e arte: pittori guidati da santi, ma anche santi che sono essi stessi iconografi.

"LOBBYING ETICO"
http://www.fattisentire.org/
Renault, auto divorzista?
Le automobili Renault hanno deciso di proporsi al nostro paese tramite la pubblicità di un uomo sposatosi tre volte e che ha un quinto figlio da un rapporto occasionale. Se desiderate protestare contro questa pubblicità, vi invitiamo a scrivere ai responsabili della Renault attraverso il nostro sistema portalettere.

8) Sito personale del Cardinale Carlo Caffarra
http://www.caffarra.it/
24 maggio 2009 – Preghiera di saluto alla Beata Vergine di San Luca
26 maggio 2009 – La crisi dell’etica in Occidente
«Certamente parliamo dell’agire umano, di ciò che dipende dall’esercizio della propria libertà: le nostre scelte. È di questo che noi parliamo quando parliamo di etica. Poiché la scelta per sua stessa natura presuppone ed implica un giudizio in base al quale la scelta è di A piuttosto che di B, non possiamo non porci la domanda in base a quali criteri il giustizio di scelta è compiuto […]».

9) Mons. Luigi Negri
http://www.diocesi-sanmarino-montefeltro.it/
Messaggio in occasione delle elezioni
Debbono essere privilegiate formazioni socio politiche e singoli candidati che garantiscano una fedeltà viva ed operativa ai principi fondamentali della Dottrina Sociale della Chiesa. Sinteticamente essi sono: la centralità assoluta della persona umana, nella sua dignità e responsabilità; il rispetto e la difesa della sacralità della famiglia fondata sul matrimonio che si esprime nell’assunzione responsabile della paternità e della maternità e della educazione dei figli. Non meno grave è il compito di promuovere la indisponibilità della vita umana a qualsiasi forma di potere mondano. La vita umana deve essere riconosciuta ed amata in tutti gli stadi dell’esistenza, con un’opposizione forte a qualsiasi tentazione manipolatrice, ed a qualsiasi, ipocrita deriva di carattere eutanasico. Occorre poi lavorare attivamente perché la liberta di educazione e di cultura possano essere riconosciute.

10) Rino Cammilleri
http://www.rinocammilleri.com/
Toniolo
Giuseppe Toniolo è un personaggio in via di beatificazione. Nato a Treviso nel 1845 e morto a Pisa (nella cui università insegnava sociologia ed economia politica) nel 1918, la Chiesa ha riconosciuto l’eroicità con cui visse le virtù cristiane e l’ha proclamato Venerabile. E’ il massimo economista del pensiero cattolico e uno dei maggiori del nostro Paese. Citatissimo da tutti i boss democristiani ma altrettanto pochissimo letto… Sarebbe il caso, di questi tempi di economia disastrata (per colpa dei celebrati guru dell’economia, famosi per non azzeccarne mai una), di tornare a piegarsi sulle pagine di quel grande e inascoltato.

11) Vittorio Messori
http://www.et-et.it/
La vita dei monaci come esempio
Perché un papa bavarese del XXI secolo predilige a tal punto un monaco sabino del VI secolo da averne assunto il nome e da considerarlo il patrono del suo pontificato? Perché , fra tanti luoghi che lo invocano, ha scelto di recarsi domani a Montecassino, per una domenica di full immersion nel mondo benedettino ? Perché, poche ore prima della morte dell’amato predecessore, si è recato a Subiaco, dove è iniziata l’avventura del monachesimo d’Occidente, per leggervi ciò che parve una sorta di programma di governo?

12) Luci sull’Est
http://www.lucisullest.it/dett_news.php?id=4839
Per una pastorale del matrimonio indissolubile
Nelle attuali discussioni, vivaci e non raramente confuse anche all’interno della Chiesa, il primo punto, che importa richiamare senza incertezze, riguarda precisamente questa indissolubilità. Deve, cioè, emergere che il divorzio, cioè il risposarsi, contrasta con la volontà di Gesù e che esso non corrisponde al progetto divino o alla ragione per la quale sono stati creati l’uomo e la donna. In altre parole, un matrimonio dissolubile contraddice e infrange quel disegno "iniziale" al quale Cristo ha inteso ricondurre perentoriamente chi scelga di essere suo discepolo.

13) Corrispondenza Romana
http://www.corrispondenzaromana.it/new/letternew.php
La Turchia in Europa? "Un errore"…
Fu Vural Öger, europarlamentare tedesco di origine turca, del resto, ad affermare nel 2004: «Ciò che Solimano ha iniziato con l’assedio di Vienna nel 1683, noi lo porteremo a termine con i nostri abitanti, col potere dei nostri uomini e donne». Anche l’ex-primo ministro turco Erbakan disse in un’intervista: «Noi turchi musulmani veniamo per assumere il controllo del vostro Paese e per mettervi radici ed in seguito costruire ciò che riteniamo appropriato e tutto questo con il vostro consenso e secondo le vostre leggi». Ed ancora, nel 1989, nel corso di una visita alla città tedesca di Arnham, Erbakan dichiarò apertamente: «Gli europei sono malati. Daremo loro le medicine. Tutta l’Europa diventerà islamica. Conquisteremo Roma».

14) Segnalazione
http://www.agapo.net/
Associazione Genitori e Amici di Persone Omosessuali
Gianfranco Fini e le associazioni gay a Montecitorio: "ci saranno tutte – o quasi – le associazioni nazionali degli omosessuali." Scrive bene "o quasi tutte" il Corriere, perché mancano completamente le associazioni cattoliche o di ispirazione cattolica in tema di omosessualità: il gruppo Lot, associazione di giovani con tendenza omosessuale, il gruppo Chaire e l’Associazione Genitori e Amici di Persone Omosessuali (AGAPO). Se l’intento del Presidente della Camera è quello di favorire un dialogo democratico ed equilibrato sul tema, non si comprende perché non debbano parteciparci rappresentanti di quelle persone omosessuali che non si riconoscono nella cultura e politica gay, che probabilmente sono la maggioranza.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Senza categoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...