Abruzzo

Carissimi fratelli e sorelle,
la situazione dell’Abruzzo chiede come necessaria una grande preghiera che doni speranza prima di tutto alle famiglie che vivono nella sofferenza per la morte di un loro caro, ed anche per coloro che hanno perso i beni materiali e vivono in situazioni di difficoltà.
Nelle prossime settimane le necessità saranno di carattere tecnico e logistico. Nei prossimi mesi invece si renderanno necessari interventi più di tipo pastorale perché la speranza non venga meno; sarà importante saper stare con le persone che per lunghi mesi saranno costrette a vivere in alloggi di fortuna; bambini, giovani, adulti e anziani, tutti avranno bisogno di vicinanza, solidarietà e preghiera.
E’ molto importante prepararsi all’animazione dei momenti di preghiera, in particolare la celebrazione quotidiana e festiva dell’Eucaristia che è la vera fonte della speranza.
A questo proposito è importante che la solidarietà si esprima nella comunione ecclesiale, per cui è bene coinvolgere anche gli altri uffici diocesani per la famiglia, la catechesi, la liturgia, lo sport etc.
Varie aggregazioni laicali e istituti di vita consacrata si stanno già muovendo attraverso le loro strutture regionali
Molte chiese dell’Abruzzo sono state giudicate inagibili. Nella casa dello studente di L’Aquila hanno perso la vita studenti di molte regioni d’Italia. Una preghiera particolare per tutti i giovani dell’università de L’Aquila perché possano reagire con speranza alle difficoltà del loro cammino di studio che li attende.
In comunione e collaborazione con la Caritas Italiana, chiediamo a chi desidera fare degli interventi di solidarietà verso le popolazioni terremotate, di fare riferimento al Servizio diocesano per la pastorale giovanile che è in contatto con la Caritas Diocesana e Regionale.

Ricordiamo che è possibile sostenere economicamente la popolazione de L’Aquila attraverso la colletta che si farà in tutte le chiese italiane domenica 19 aprile 2009: in ogni momento è comunque possibile contribuire attraverso un versamento in denaro. Gli estremi del conto e per ulteriori informazioni su come versare http://www.caritasitaliana.it. I soldi raccolti si aggiungeranno ai 5 milioni di Euro già stanziati dalla Conferenza Episcopale Italiana.

Un grazie di cuore ai Servizi regionale e diocesani per la pastorale giovanile dell’Abruzzo-Molise per la splendida testimonianza – nella difficoltà – di servizio e solidarietà che stanno offrendo a tutta l’Italia.

Il Signore Risorto doni coraggio alla nostra generosità


La redazione

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Senza categoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...