Travaglio e le balle che racconta

Dal blog di Paolo Guzzanti

 

Nome: Roberto1982 |Data: 12 Marzo 2008

Mi sembra di ricordare una sera di marzo del 2001… Sprofondato in poltrona osservavo il “Satyricon”, condotto da Luttazzi… Ad un certo punto questi chiamò un suo giovane ospite di Torino, un giornalista allora semisconosciuto di nome Marco Travaglio, per permettergli di presentare il suo libro: “L’odore dei soldi, origini e misteri delle fortune di Silvio Berlusconi”. 26 minuti di intervista a ruota libera, in cui si parlò di Mangano, di Dell’Utri, di Borsellino, di certi video che girano su Youtube in cui il magistrato palermitano ucciso da Cosa Nostra parlava del trittico Berlusconi-Dell’Utri-Mangano. Un pezzo di grande, grandissima televisione. Che successe una volta finito questo idillio, durante il quale molti italiani avevano assaporato il sapore che ha la BBC per gli inglesi? Richieste miliardarie di danni dal gruppo Fininvest, querele da Berlusconi e Luttazzi epurato dalla RAI, tutte poi vinte, peraltro, da Luttazzi e Travaglio. Questo è quello che gli insegnamo, questo è quello che imparano.

GUZZANTI – L’ASPETTO INFAME DI QUELL’INTERVISTA A TRAVAGLIO CONSISTE’ NELL’OSPITARE, SOTTO LA SCRITTA “SATYRICON” (CIOE: QUI FACCIAMO DELLA SATIRA) LA LETTURA PURA E SEMPLICE DI LUNGHI BRANI DEL LIBRO DI TRAVAGLIO. 

NON FU AFFATTO UNA “INTERVISTA A RUOTA LIBERA”, MA UNA PREORDINATA, ACCURATA SELEZIONE DI PAGINE DEL LIBRO DI TRAVAGLIO. E CHE COSA CONTENEVANO QUELLE PAGINE?

UNA ANTOLOGIA. UNA PURA COLLEZIONE E COLLAZIONE DI TUTTE LE ACCUSE, E SOLTANTO DELLE ACCUSE, NON LE RISULTANZE PROCESSUALI, SCRITTE DA TUTTI QUEI PM CHE POI NON SONO RIUSCITI A DIMOSTRARLE IN SEDE DI PROCESSO, SICCHE’ SONO POI STATE DICHIARATE INCONSISTENTI, SBAGLIATE, FALSE.

L’EX DIRETTORE DELL’UNITA’ CALDEROLA HA RIPETUTO CHE LUI NON PUO’ OGGI LEGGERE L’UNITA’ PERCHE’ VI SCRIVE TRAVAGLIO CHE E’ IL RIPETITORE DELLE PROCURE CHE RIEMPIONO LE SUE TASCHE DELLE LORO CARTE E CHE LUI SI OCCUPA DI PUBBLICARE COME DEGLI SCOOP GIORNALISTICI.

QUEL LIBRO ERA INFATTI IL SEMPLICE “COPIA E INCOLLA” DELLE ACCUSE NON DIMOSTRATE MA SOLTANTO ENUNCIATE, INVENTATE, IPOTIZZATE. QUALCUNO POTREBBE, CON LO STESSO CRITERIO, FARE ALTRETTANTO CON ME: SI PRENDE IL CUMULO DI MENZOGNE E FALSITA’ CHE TRAVAGLIO BONINI E D’AVANZO HANNO SCRITTO SUL MIO CONTO E PER CUI IO LI HO QUERELATI E LO SI PUBBLICA SOTTO IL TITOLO “ECCO CHI E’ PAOLO GUZZANTI”.

POI SI INVITANO GLI AUTORI SOTTO UN GAZEBO TELEVISIVO SOPRA IL QUALE COMPARE LA SCRITTA “FACCIAMOCI QUATTRO RISATE” E LI’ VIENE LETTA QUELLA ANTOLOGIA DI INFAMIE, MASCALZONATE, FALSITA’ E ASSURDITA’ TOTALMENTE INVENTATE SUL MIO CONTO. CHE COSA PENSA CHE DOVREI FARE IO IN UN CASO DEL GENERE?

ABBOZZARE UN MEZZO SORRISO O CHIAMARE GLI AVVOCATI?

SECONDA E PIU’ IMPORTANTE QUESTIONE. L’INTERVISTA IN CUI BORSELLINO ACCUSA BERLUSCONI, DELL’UTRI E MANGANO E’ UN FALSO. E’ UN FALSO CERTIFICATO COME FALSO DALLA MAGISTRATURA. LA SENTENZA E’ GIA’ STATA EMESSA E MI RIGUARDA PERCHE’ FUI IO A SMASCHERARE IL FALSO IN TELEVISIONE DURANTE UNA TRASMISSIONE DI SANTORO DI PARECCHI ANNI FA QUANDO ACCUSAI IL DIRIGENTE DELLA RAI MORRIONE DI AVER MONTATO COL “COPIA E INCOLLA” ALLA MOVIOLA DUE ORE DI INTERVISTA FATTA DA DUE GIORNALISTI FRANCESI A BORSELLINO PARECCHIO TEMPO PRIMA CHE MORISSE (L’ULTIMA INTERVISTA BORSELLINO LA CONCESSE PROPRIO ALLA “BERLUSCONIANA” MEDIASET) E POI SMONTATA E RIMONTATA FACENDOGLI DIRE CHE LUI ERA CONSAPEVOLE DEI LEGAMI MAFIOSI DI BERLUSCONI CON COSA NOSTRA ATTRAVERSO DELL’UTRI E MANGANO.

UN FALSO CHE FRA POCO SVELEREMO IN TUTTI I DETTAGLI, MOTIVAZIONI DELLA SENTENZA ALLA MANO.

MORRIONE INFATTI MI QUERELO’ PER AVERLO ACCUSATO DI FALSO E IO FUI CONDANNATO IN PRIMO GRADO PERCHE’ MI FU IMPEDITO DI PRODURRE L’INTERVISTA.

IN APPELLO CIO’ E’ SATO POSSIBILE E IL PROCURATORE GENERALE STESSO HA CHIESTO LA MIA ASSOLUZIONE PER AVER DETTO IL VERO. VEDE? TALVOLTA NON BASTA SPROFONDARSI IN POLTRONA E GODERSI UNO SPETTACOLO TELEVISIVO NON GARANTITO DALLA VERITA’. BUONA GIORNATA E BENVENUTO FRA NOI.

Annunci

1 Commento

Archiviato in Senza categoria

Una risposta a “Travaglio e le balle che racconta

  1. paul

    Se il libro di Travaglio fosse una collezione di bugie, a quest\’ora Travaglio sarebbe in carcere con minimo un ergastolo. Ma le cause a lui  rivolte le ha VINTE TUTTE. Ripeto e scrivo in maiuscolo grassetto, forse è più facile ricordarselo: TRAVAGLIO HA VINTO TUTTE LE CAUSE CONTRO BERLUSCONI RIGUARDANTI IL LIBRO DI CUI PARLA GUZZANTI. MOTIVAZIONE: CIO\’ CHE SCRISSE TRAVAGLIO ERA TUTTO VERO. LE SENTENZE LE TROVATE QUI: http://www.marcotravaglio.it/clq.htm

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...