riflessioni

IN PRIMO PIANO:
http://www.totustuus.net/modules.php?name=Content&pa=showpage&pid=31
Benedetto XVI: l’una e unica Chiesa di Cristo ha la sua sussistenza,
permanenza e stabilità nella Chiesa Cattolica
Viene così confermato che l’una e unica Chiesa di Cristo ha la sua
sussistenza, permanenza e stabilità nella Chiesa Cattolica e che
pertanto l’unità, l’indivisibilità e l’indistruttibilità della Chiesa
di Cristo non vengono annullate dalle separazioni e divisioni dei
cristiani. Accanto a questa precisazione dottrinale fondamentale…
Coltivare una visione teologica che ritenesse l’unità e identità
della Chiesa come sue doti "nascoste in Cristo", con la conseguenza
che storicamente la Chiesa esisterebbe di fatto in molteplici
configurazioni ecclesiali, riconciliabili soltanto in prospettiva
escatologica, non potrebbe che generare un rallentamento e
ultimamente la paralisi dell’ecumenismo stesso.

2) I nuovi Forum di approfondimento:
http://www.totustuus.biz/showthread.php?t=659
Una Messa antica… straordinariamente "normale"!
Ancor più normale (tanto da non fare assolutamente notizia) è la
normalità di alcuni preti – tre parroci della Diocesi – che… credono
a quanto dice il Papa; che gli credono quando scrive che il Motu
Proprio nasce come "frutto di lunghe riflessioni, di molteplici
consultazioni e di preghiera"; che, fidandosi, in piena comunione con
l’Arcivescovo e con il suo incoraggiamento, cercano di dare risposta
all’esigenza espressa da un nutrito gruppo (oltre 250) di fedeli. E
che, così facendo, hanno avuto modo di sperimentare la verità delle
affermazioni del Pontefice.

IN LIBRERIA:
http://www.totustuus.net/modules.php?name=Forums&file=viewforum&f=24
Dominus est: Riflessioni di un Vescovo dell’Asia Centrale
Seguendo questa tradizione è chiaro che as­sumere gesti e
atteggiamenti del corpo e dello spirito che facilitano il silenzio,
il raccoglimento, l’umile accettazione della nostra povertà davanti
all’infinita grandezza e santità di Colui che ci viene incontro nelle
specie eucaristiche diventava coerente e indispensabile. Il miglior
modo per esprimere il nostro senso di riverenza verso il Signore
Eucaristico era quello di seguire l’esempio di Pietro che, come
racconta il Vangelo, si gettò in ginocchio davanti al Signore… Ora,
si nota come in alcune chiese, tale prassi viene sempre meno e i
responsabili non solo impongono i fedeli a ricevere la Santissima
Eucaristia in piedi, ma hanno persino eliminati tutti gli
inginocchiatoi costringendo i loro fedeli a stare seduti, o in piedi,
anche durante l’elevazione delle specie Eucaristiche presentate per
l’adorazione.

Mons. Luigi Negri
http://www.diocesi-sanmarino-montefeltro.it/template/detailNews.asp?
IDFolder=204&IDSezione=&IDOggetto=2437
Sulla richiesta di moratoria sull’aborto
La reazione largamente prevedibile delle fasce più livide del
laicismo, sia a livello culturale che a livello politico, è realmente
un perdurare di una stagione culturale che è finita. Quello che mi
stupisce non è tanto la reazione del mondo politico che ormai,
evidentemente, tira a campare ed è più preoccupato della
sopravvivenza nei suoi ruoli istituzionali che non nell’affrontare
concretamente i problemi reali del paese; mi stupisce l’ambiente
culturale perché c’è un livello di arretratezza nella cultura
laicista che sembra, addirittura, incredibile, oltre che
insostenibile.

10) "MONS. ALESSANDRO MAGGIOLINI"
http://www.alessandromaggiolini.it/bin/servlet/mediabox.servlets.prese
ntation.DettaglioInfo?idInfo=41700&url=dettaglioRassegna.jsp
Milingo e don Sante, alleati contro il celibato dei preti
Di questi tempi si moltiplicano le notizie riguardanti sacerdoti che
abbandonano il ministero presbiterale, e indossano l’abito talare per
unirsi con una donna all’altare, senza nessun consenso ecclesiale… In
una intervista comparsa sul sito di Sorrisi e Canzoni TV il prete
padovano ha anticipato che l’attacco a favore della causa, sarà dato
attraverso i portafogli. " Da che mondo e mondo – spiega a Sorrisi –
le cose si smuovono, solo quando si toccano interessi politici che
sono smossi da quelli economici". " E’ importante – sottolinea Don
Sante – che ci appoggino i singoli cristiani. Se le masse lo faranno,
sarà un aiuto fondamentale per questa battaglia di civiltà".
Battaglia portata avanti dalla "Chiesa cattolica dei peccatori"
fondata da Don Sante: è la declinazione italiana del movimento
fondato da Milingo che invece si chiama "Married priests now"; tra le
due non esiste ancora un collegamento ufficiale. Che c’entra tutto
questo con il matrimonio cristiano? E con il celibato ecclesiale? E
che c’entra tutto questo con un matrimonio non sacramentale? E che
c’entra tutto questo con un matrimonio qualsiasi celebrato nella fede?

11) Opus Dei… tutta la verità
http://www.escriva.it/
"La formazione di san Josemaría"
nel ricordo del suo successore don Alvaro del Portillo:
http://www.escriva.it/Alvdat08.htm
Ricordiamo che è possibile scaricare gratuitamente le opere di san
Josemaría BR> http://www.escriva.it/Downloads.php

12) "Rino Cammilleri "
http://www.rinocammilleri.it/
Magdalene
Ricordate Magdalene, il film di Peter Mullan che nel 2002 vinse il
Leone d’Oro al festival di Venezia? Era stato tratto da un libro di
tal Kathy O’Beirne, Kathy’s story, che raccontava i quattordici anni
di inferno passati dall’autrice in un riformatorio gestito dalle
suore irlandesi appartenenti alla congregazione di Our Lady of
Charity. Apprendiamo… che tra il 2003 e il 2006 i fatti raccontati
dalla O’Beirne sono stati smentiti da tre sue compagne di
riformatorio e perfino dalla sua stessa famiglia… L’autrice ha
semplicemente, diciamo così, rimescolato un po’ le carte nella
speranza di ottenere maggiore risonanza per il suo scritto.
Naturalmente, la risonanza l’ha avuta, perché la lobby anticattolica
non dorme mai. Altrettanto naturalmente, nessun Leone d’Oro è andato
alla smentita, né risulta che qualcuno se ne sia mai occupato.

13) "DIFENDERE LA VITA"
http://www.difenderelavita.totustuus.it/
Nuovo assedio alla legge 40
In una materia come la procreazione artificiale sembra impossibile
ottenere un consenso unanime. Ed è facile immaginare che anche una
legge diversa dalla 40 non troverebbe più favore rispetto a quella
attuale. Fin dalla sua approvazione questa norma ha avuto tenaci
oppositori, gli stessi che hanno appoggiato il referendum del giugno
2005 e che asserivano di rappresentare la maggioranza del Paese.
Persino di fronte allo schiacciante successo dei sostenitori della
legge hanno continuato a osteggiarla.

14) Il Timone
http://www.iltimone.org/newsArt.php?idArt=59
LEGGE 194: AVVENIRE SPIEGA CHE E’ INACCETTABILE
Nelle scorse settimane, a proposito di polemiche nel mondo cattolico
sulla Legge 194, Il Timone – e soprattutto quanto è apparso sul
Timone online – è stato tirato in ballo a sproposito, come se la
polemica fosse partita da queste colonne. Per chiudere la questione
una volta per tutte e chiarire gli equivoci, allora vogliamo soltanto
precisare che la polemica è partita da un lungo articolo su un
settimanale cattolico in cui si davano giudizi sulla legge 194 – che
ha legalizzato l’aborto in Italia – palesemente in contrasto con la
dottrina sociale della Chiesa e anche con il buon senso. Dal Timone è
venuta soltanto una puntualizzazione per evitare che si alimentasse
ulteriormente la confusione nel mondo cattolico. Siamo perciò
contenti di registrare che il direttore di Avvenire, Dino Boffo,
intervenendo sulla questione il 13 gennaio in risposta a un lettore,
abbia espresso i nostri stessi concetti facendo una chiara
distinzione tra il giudizio oggettivo sulla Legge 194, che
resta "inaccettabile", e la strategia politica e sociale volta a
strappare quanti più bambini possibile dall’aborto.

Mons. Luigi Negri
http://www.diocesi-sanmarino-montefeltro.it/template/detailNews.asp?
IDFolder=204&IDSezione=&IDOggetto=2437
Sulla richiesta di moratoria sull’aborto
La reazione largamente prevedibile delle fasce più livide del
laicismo, sia a livello culturale che a livello politico, è realmente
un perdurare di una stagione culturale che è finita. Quello che mi
stupisce non è tanto la reazione del mondo politico che ormai,
evidentemente, tira a campare ed è più preoccupato della
sopravvivenza nei suoi ruoli istituzionali che non nell’affrontare
concretamente i problemi reali del paese; mi stupisce l’ambiente
culturale perché c’è un livello di arretratezza nella cultura
laicista che sembra, addirittura, incredibile, oltre che
insostenibile.

10) "MONS. ALESSANDRO MAGGIOLINI"
http://www.alessandromaggiolini.it/bin/servlet/mediabox.servlets.prese
ntation.DettaglioInfo?idInfo=41700&url=dettaglioRassegna.jsp
Milingo e don Sante, alleati contro il celibato dei preti
Di questi tempi si moltiplicano le notizie riguardanti sacerdoti che
abbandonano il ministero presbiterale, e indossano l’abito talare per
unirsi con una donna all’altare, senza nessun consenso ecclesiale… In
una intervista comparsa sul sito di Sorrisi e Canzoni TV il prete
padovano ha anticipato che l’attacco a favore della causa, sarà dato
attraverso i portafogli. " Da che mondo e mondo – spiega a Sorrisi –
le cose si smuovono, solo quando si toccano interessi politici che
sono smossi da quelli economici". " E’ importante – sottolinea Don
Sante – che ci appoggino i singoli cristiani. Se le masse lo faranno,
sarà un aiuto fondamentale per questa battaglia di civiltà".
Battaglia portata avanti dalla "Chiesa cattolica dei peccatori"
fondata da Don Sante: è la declinazione italiana del movimento
fondato da Milingo che invece si chiama "Married priests now"; tra le
due non esiste ancora un collegamento ufficiale. Che c’entra tutto
questo con il matrimonio cristiano? E con il celibato ecclesiale? E
che c’entra tutto questo con un matrimonio non sacramentale? E che
c’entra tutto questo con un matrimonio qualsiasi celebrato nella fede?

11) Opus Dei… tutta la verità
http://www.escriva.it/
"La formazione di san Josemaría"
nel ricordo del suo successore don Alvaro del Portillo:
http://www.escriva.it/Alvdat08.htm
Ricordiamo che è possibile scaricare gratuitamente le opere di san
Josemaría BR> http://www.escriva.it/Downloads.php

12) "Rino Cammilleri "
http://www.rinocammilleri.it/
Magdalene
Ricordate Magdalene, il film di Peter Mullan che nel 2002 vinse il
Leone d’Oro al festival di Venezia? Era stato tratto da un libro di
tal Kathy O’Beirne, Kathy’s story, che raccontava i quattordici anni
di inferno passati dall’autrice in un riformatorio gestito dalle
suore irlandesi appartenenti alla congregazione di Our Lady of
Charity. Apprendiamo… che tra il 2003 e il 2006 i fatti raccontati
dalla O’Beirne sono stati smentiti da tre sue compagne di
riformatorio e perfino dalla sua stessa famiglia… L’autrice ha
semplicemente, diciamo così, rimescolato un po’ le carte nella
speranza di ottenere maggiore risonanza per il suo scritto.
Naturalmente, la risonanza l’ha avuta, perché la lobby anticattolica
non dorme mai. Altrettanto naturalmente, nessun Leone d’Oro è andato
alla smentita, né risulta che qualcuno se ne sia mai occupato.

13) "DIFENDERE LA VITA"
http://www.difenderelavita.totustuus.it/
Nuovo assedio alla legge 40
In una materia come la procreazione artificiale sembra impossibile
ottenere un consenso unanime. Ed è facile immaginare che anche una
legge diversa dalla 40 non troverebbe più favore rispetto a quella
attuale. Fin dalla sua approvazione questa norma ha avuto tenaci
oppositori, gli stessi che hanno appoggiato il referendum del giugno
2005 e che asserivano di rappresentare la maggioranza del Paese.
Persino di fronte allo schiacciante successo dei sostenitori della
legge hanno continuato a osteggiarla.

14) Il Timone
http://www.iltimone.org/newsArt.php?idArt=59
LEGGE 194: AVVENIRE SPIEGA CHE E’ INACCETTABILE
Nelle scorse settimane, a proposito di polemiche nel mondo cattolico
sulla Legge 194, Il Timone – e soprattutto quanto è apparso sul
Timone online – è stato tirato in ballo a sproposito, come se la
polemica fosse partita da queste colonne. Per chiudere la questione
una volta per tutte e chiarire gli equivoci, allora vogliamo soltanto
precisare che la polemica è partita da un lungo articolo su un
settimanale cattolico in cui si davano giudizi sulla legge 194 – che
ha legalizzato l’aborto in Italia – palesemente in contrasto con la
dottrina sociale della Chiesa e anche con il buon senso. Dal Timone è
venuta soltanto una puntualizzazione per evitare che si alimentasse
ulteriormente la confusione nel mondo cattolico. Siamo perciò
contenti di registrare che il direttore di Avvenire, Dino Boffo,
intervenendo sulla questione il 13 gennaio in risposta a un lettore,
abbia espresso i nostri stessi concetti facendo una chiara
distinzione tra il giudizio oggettivo sulla Legge 194, che
resta "inaccettabile", e la strategia politica e sociale volta a
strappare quanti più bambini possibile dall’aborto.

Mons. Luigi Negri
http://www.diocesi-sanmarino-montefeltro.it/template/detailNews.asp?
IDFolder=204&IDSezione=&IDOggetto=2437
Sulla richiesta di moratoria sull’aborto
La reazione largamente prevedibile delle fasce più livide del
laicismo, sia a livello culturale che a livello politico, è realmente
un perdurare di una stagione culturale che è finita. Quello che mi
stupisce non è tanto la reazione del mondo politico che ormai,
evidentemente, tira a campare ed è più preoccupato della
sopravvivenza nei suoi ruoli istituzionali che non nell’affrontare
concretamente i problemi reali del paese; mi stupisce l’ambiente
culturale perché c’è un livello di arretratezza nella cultura
laicista che sembra, addirittura, incredibile, oltre che
insostenibile.

10) "MONS. ALESSANDRO MAGGIOLINI"
http://www.alessandromaggiolini.it/bin/servlet/mediabox.servlets.prese
ntation.DettaglioInfo?idInfo=41700&url=dettaglioRassegna.jsp
Milingo e don Sante, alleati contro il celibato dei preti
Di questi tempi si moltiplicano le notizie riguardanti sacerdoti che
abbandonano il ministero presbiterale, e indossano l’abito talare per
unirsi con una donna all’altare, senza nessun consenso ecclesiale… In
una intervista comparsa sul sito di Sorrisi e Canzoni TV il prete
padovano ha anticipato che l’attacco a favore della causa, sarà dato
attraverso i portafogli. " Da che mondo e mondo – spiega a Sorrisi –
le cose si smuovono, solo quando si toccano interessi politici che
sono smossi da quelli economici". " E’ importante – sottolinea Don
Sante – che ci appoggino i singoli cristiani. Se le masse lo faranno,
sarà un aiuto fondamentale per questa battaglia di civiltà".
Battaglia portata avanti dalla "Chiesa cattolica dei peccatori"
fondata da Don Sante: è la declinazione italiana del movimento
fondato da Milingo che invece si chiama "Married priests now"; tra le
due non esiste ancora un collegamento ufficiale. Che c’entra tutto
questo con il matrimonio cristiano? E con il celibato ecclesiale? E
che c’entra tutto questo con un matrimonio non sacramentale? E che
c’entra tutto questo con un matrimonio qualsiasi celebrato nella fede?

11) Opus Dei… tutta la verità
http://www.escriva.it/
"La formazione di san Josemaría"
nel ricordo del suo successore don Alvaro del Portillo:
http://www.escriva.it/Alvdat08.htm
Ricordiamo che è possibile scaricare gratuitamente le opere di san
Josemaría BR> http://www.escriva.it/Downloads.php

12) "Rino Cammilleri "
http://www.rinocammilleri.it/
Magdalene
Ricordate Magdalene, il film di Peter Mullan che nel 2002 vinse il
Leone d’Oro al festival di Venezia? Era stato tratto da un libro di
tal Kathy O’Beirne, Kathy’s story, che raccontava i quattordici anni
di inferno passati dall’autrice in un riformatorio gestito dalle
suore irlandesi appartenenti alla congregazione di Our Lady of
Charity. Apprendiamo… che tra il 2003 e il 2006 i fatti raccontati
dalla O’Beirne sono stati smentiti da tre sue compagne di
riformatorio e perfino dalla sua stessa famiglia… L’autrice ha
semplicemente, diciamo così, rimescolato un po’ le carte nella
speranza di ottenere maggiore risonanza per il suo scritto.
Naturalmente, la risonanza l’ha avuta, perché la lobby anticattolica
non dorme mai. Altrettanto naturalmente, nessun Leone d’Oro è andato
alla smentita, né risulta che qualcuno se ne sia mai occupato.

13) "DIFENDERE LA VITA"
http://www.difenderelavita.totustuus.it/
Nuovo assedio alla legge 40
In una materia come la procreazione artificiale sembra impossibile
ottenere un consenso unanime. Ed è facile immaginare che anche una
legge diversa dalla 40 non troverebbe più favore rispetto a quella
attuale. Fin dalla sua approvazione questa norma ha avuto tenaci
oppositori, gli stessi che hanno appoggiato il referendum del giugno
2005 e che asserivano di rappresentare la maggioranza del Paese.
Persino di fronte allo schiacciante successo dei sostenitori della
legge hanno continuato a osteggiarla.

14) Il Timone
http://www.iltimone.org/newsArt.php?idArt=59
LEGGE 194: AVVENIRE SPIEGA CHE E’ INACCETTABILE
Nelle scorse settimane, a proposito di polemiche nel mondo cattolico
sulla Legge 194, Il Timone – e soprattutto quanto è apparso sul
Timone online – è stato tirato in ballo a sproposito, come se la
polemica fosse partita da queste colonne. Per chiudere la questione
una volta per tutte e chiarire gli equivoci, allora vogliamo soltanto
precisare che la polemica è partita da un lungo articolo su un
settimanale cattolico in cui si davano giudizi sulla legge 194 – che
ha legalizzato l’aborto in Italia – palesemente in contrasto con la
dottrina sociale della Chiesa e anche con il buon senso. Dal Timone è
venuta soltanto una puntualizzazione per evitare che si alimentasse
ulteriormente la confusione nel mondo cattolico. Siamo perciò
contenti di registrare che il direttore di Avvenire, Dino Boffo,
intervenendo sulla questione il 13 gennaio in risposta a un lettore,
abbia espresso i nostri stessi concetti facendo una chiara
distinzione tra il giudizio oggettivo sulla Legge 194, che
resta "inaccettabile", e la strategia politica e sociale volta a
strappare quanti più bambini possibile dall’aborto.

Corrispondenza Romana
http://www.corrispondenzaromana.it/
ABORTO: la Francia si sveglia
Gli slogan, scanditi al ritmo di tamburi da una folla calcolata in
quasi 15mila persone, risuonavano vivaci per tutta la Place de la
République, al centro della quale troneggia un’immensa allegoria
della Repubblica, con tanto di liberté, egalité, fraternité. Un motto
che sembra quasi una beffa per i sei milioni di bambini abortiti da
quando è entrata in vigore la Legge Veil, nel 1975. Sei milioni di
piccoli francesi che, ritenuti meno uguali da una Sinistra poco
fraterna, non hanno avuto nemmeno la libertà di nascere. Siamo alla
3ª Marche pour la vie tenutasi a Parigi lo scorso 20 gennaio,
organizzata dal Collectif 30 ans ça suffit! che riunisce i principali
movimenti per la vita d’oltre Alpi. Presenti anche delegazioni
dall’Italia, Svizzera, Belgio, Germania, Irlanda, Inghilterra,
Spagna, Austria, Croazia e Ungheria..

19) Fides – Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli
http://www.fides.org/aree/news/newsdet.php?idnews=15490&lan=ita
I Vescovi chiedono di tenere conto della dimensione morale nelle
prossime elezioni
Notano con chiarezza che "non tutti i programmi sono altrettanto
compatibili con la fede e le esigenze della vita cristiana, e non
sono neanche altrettanto vicini e proporzionati agli obiettivi e ai
valori che i cristiani devono promuovere nella vita pubblica".
Pertanto il cattolico deve valutare, al momento del voto, la proposta
politica "tenendo conto dell’attenzione che viene concessa alla
dimensione morale della vita", perché "non si deve confondere la
condizione di aconfessionalità o laicità dello Stato con lo
svincolamento morale e con l’esenzione dagli obblighi morali
obiettivi".

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Senza categoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...