Dio: pace o dominio, sta sera ultima puntata

VATICANO – "Dio: Pace o dominio" in onda martedì prossimo, 10
luglio, su RAIUNO alle 23.30.
Quinta e ultima puntata: "Dio…chi…".

Città del Vaticano (Agenzia Fides) – Dio. Nel Suo Nome si
attraversano mari, fiumi, distanze, dolori, sacrifici
incommensurabili. Si accetta la morte. Nel Suo Nome si giura, si
lega e si slega. Nel Suo Nome si vive la vita nei suoi intrecci,
nelle sue passioni, nelle sue ansie, nelle sue gioie. Nel Suo Nome
si giudica, si perdona e si condanna, qui, lì, ovunque! da Nord a
Sud! Nel Suo Nome si cerca, si invoca la Pace! E si nega la Pace!

A lui miliardi di credenti si stringono nell’eternità, ed i Suoi
segni li vogliono nell’eternità. Credenti, miliardi, aspirano alla
Sua eternità, alla Sua pace, alla Sua giustizia, alla Sua speranza,
alla Sua carità…questa è poi, la Fede in Dio! Quale esso sia. Il mio
Dio, il tuo Dio, il nostro Dio. Dio, chi sei? Chi sei Signore del
cielo e della terra? Chi sei fonte e origine di tutte le cose?

La risposta, per i cattolici, è una sola: Gesù Cristo, il Salvatore.
Lo dice bene la dichiarazione "Dominus Iesus", firmata da Joseph
Ratzinger, Prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede,
oggi Papa Benedetto XVI, che la salvezza dell’uomo per il cattolico
è tutta e solo nella persona di Gesù Cristo, il Salvatore del mondo.

Certo, per dialogare con le altre fedi, con chi crede in un altro
dio, è necessaria «la parità», che è presupposto del dialogo. Ma la
parità che la Dominus Iesus presuppone si riferisce alla pari
dignità personale delle parti, non ai contenuti dottrinali né tanto
meno a Gesù Cristo, che è Dio stesso fatto Uomo, in confronto con i
fondatori delle altre religioni.

«La Chiesa infatti – spiega Ratzinger nella Dominus Iesus -, guidata
dalla carità e dal rispetto della libertà, dev’essere impegnata
primariamente ad annunciare a tutti gli uomini la verità,
definitivamente rivelata dal Signore, e a proclamare la necessità
della conversione a Gesù Cristo e dell’adesione alla Chiesa
attraverso il Battesimo e gli altri sacramenti, per partecipare in
modo pieno alla comunione con Dio Padre, Figlio e Spirito Santo.
D’altronde la certezza della volontà salvifica universale di Dio non
allenta, ma aumenta il dovere e l’urgenza dell’annuncio della
salvezza e della conversione al Signore Gesù Cristo».

Il lungo viaggio attraverso tutti i continenti e le religioni del
mondo di "Dio: pace o dominio" è giunto alla sua puntata finale.
Dopo aver ascoltato la volontà di pace di tanti leader religiosi, la
volontà di camminare su terreni di convivenza e concordia di tanti
uomini e di tante donne appartenenti ai più disparati credo, ecco la
risposta che la Chiesa cattolica vuole dare al problema della
convivenza.

Per la Chiesa la pace può esserci solo e soltanto nel pieno rispetto
della dignità dell’altro ma, insieme, la Chiesa non può dimenticare
che la dignità dell’altro trova il suo senso più pieno, più
compiuto, nella persona di Gesù Cristo. Ciò non significa
assolutamente imporre con violenza il proprio credo, imporre agli
altri la salvezza di Cristo, ma significa amare e rispettare tutti e
tutto nel nome di Cristo, avendo cioè la consapevolezza che è Lui il
senso di tutto. Cristo troverà insomma le strade per entrare nel
cuore di ogni uomo solo e soltanto se Egli vive nel mio cuore. Se il
cattolico ha Cristo in sé non ha bisogno di imporre nulla a chi gli
sta di fronte, solo ha bisogno di amare chi gli sta di fronte e
tutto il resto sarà nella mani di Dio.

Dice don Salvatore Vitiello, dell’Università Cattolica del Sacro
Cuore, a Roma: "Il coraggio della pace è proprio la chiamata più
grande delle religioni. Su questo valore, sulla pace, le religioni
saranno chiamate a verificare la verità delle proprie affermazioni.
Può mai un uomo andare contro ragione, può mai una religione essere
contro la ragione umana e contro la natura di Dio, agire contro
ragione. A volte ci capita, in confessionale, che ci consegnino
addirittura le armi e c’è qualcuno che pretende di usarle nel nome
di Dio. Dio, la Pace, non sono un’idea, altrimenti diventerebbero
subito ideologia, ideologia e dunque violenza, violenza e dunque
dominio…no! Per noi Cristiani la pace è una persona, Gesù di
Nazareth, Signore e Cristo, Signore della storia, vero Dio e vero
Uomo in nome del quale è possibile la pace e noi Cristiani per amor
Suo abbiamo imparato nei secoli, a rispettare ogni uomo che ama la
pace. Noi dialoghiamo con tutti, noi vogliamo dialogare con tutti,
indipendentemente dal credo religioso indipendentemente dalle
convinzioni personali, perché ogni uomo che desidera la pace in
fondo desidera semplicemente andare al fondo della propria
umanità ".

Insomma, il coraggio della pace, il coraggio di abbandonare il Dio
del dominio per offrire il tuo Dio nella dimensione della pace,
purtroppo non è solo una questione, oggi, di questo o quella
nazione, ma drammaticamente di tutti noi. Donne uomini bambini, a
miliardi credono ad un Dio! Anche chi ne nega l’esistenza, chi si
professa ateo, non può non interrogarsi su Dio.

Siamo arrivati alla conclusione di queste nostre puntate cercando
una risposta se Dio è pace o dominio… Più probabilmente la risposta
dobbiamo cercarla dentro di noi. I nostri interessi egoistici, i
nostri fanatismi, i nostri fantasmi sono i veri nemici della pace
tra i popoli, della tolleranza, della convivenza, del diritto alla
libertà! Libertà di credere o non credere in Lui, e non per questo
nel Suo Nome o contro il Suo Nome qualcuno mi ammazzi, perché, Dio,
Tu mi hai fatto a Tua somiglianza libera creatura nel Tuo Creato.
(P.L.R.) (Agenzia Fides 9/7/2007; righe 58, parole 922

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Senza categoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...