riflettiamo insieme

IN PRIMO PIANO:
http://primopiano.totustuus.info/
Mons. Negri: Le forza del male hanno raggiunto livelli
gravissimi
Missione, cultura, educazione: messaggio alla diocesi per la
quaresima 2007. Le forze del male, cioè questa volontà di
scristianizzazione forzata del nostro popolo e della nostra
società, hanno raggiunto, in questi ultimi mesi, livelli
gravissimi. Il tentativo è quello di sradicare completamente
la tradizione cristiana dal cuore del nostro popolo e dalla
vita della nostra società distruggendo, talora anche
fisicamente, i segni della tradizione cristiana. Dobbiamo
essere consapevoli che la nostra missione vive oggi in una
società che nella sua cultura, o meglio nella sua ideologia
dominante, e così insistentemente e pervasivamente imposta
dai mezzi della comunicazione sociale, è una ideologia
ferocemente anticristiana.Tutti noi abbiamo la sincera
preoccupazione che non vengano sradicati i principi
fondamentali della famiglia cristiana ed umana, e che alla
famiglia non si sostituiscano forme aberranti di rapporti
interpersonali.

AMICI DI JOSEPH RATZINGER"
http://www.ratzinger.it/
La CDF dopo il 2005: Nuova condanna della Teologia della
liberazione
A seguito di un primo esame dei volumi, Jesucristo
liberador. Lectura histórico-teológica de Jesús de Nazaret
(Jesucristo) e La fe en Jesucristo. Ensayo desde las
víctimas (La fe), del Rev. Padre Jon Sobrino S.I., la
Congregazione per la Dottrina della Fede, a causa delle
imprecisioni e degli errori ivi riscontrati, nell’ottobre
del 2001 decise di iniziare su di essi uno studio ulteriore
ed approfondito. Considerata l’ampia diffusione di questi
scritti, soprattutto in America Latina, e la loro
utilizzazione all’interno di seminari e di vari istituti di
studio. Nonostante l’apprezzabile preoccupazione che l’Autore
manifesta nei suoi scritti per la condizione dei poveri, la
Congregazione per la Dottrina della Fede si vede perciò
costretta a dichiarare che le suddette opere di P. Sobrino
presentano, in alcuni passi, notevoli divergenze con la Fede
della Chiesa.

MONS. LUIGI NEGRI"
http://www.diocesi-sanmarino-montefeltro.it/System/2399/08.03.07%20%
20Rifless_del_Vescovo_sul_bimbo_abortito.pdf
Bambino di 22 settimane viene alla luce, perfettamente sano,
nonostante la madre avesse espresso la volontà di abortire.
Ho detto più di una volta in occasione dei miei interventi
che quello cui assistiamo normalmente nella nostra società è
un vero e diabolico accanimento contro la vita per lo
spegnimento di questo dono altissimo che Dio fa all’umanità.
Sono anche personalmente convinto che molti altri casi di
questo tipo saranno accaduti, nel silenzio connivente di una
struttura che sembra perseguire di più l’aborto, come
obiettivo, che non la promozione della vita. Questo immenso
delitto continua; preme sulla coscienza del nostro popolo e
non può non essere la causa remota di quell’imbarbarimento
dei costumi familiare, personale e sociale che in più di un’
occasione abbiamo osservato come qualche cosa di
assolutamente invincibile. La società è malata, ma
certamente una delle fonti di questa malattia consiste nel
disprezzo sistematico della vita che viene subordinata a
tutto il resto, soprattutto al proprio benessere
individuale, di coppia, di vita sociale.

16) Sito personale del Cardinale Carlo Caffarra
http://www.caffarra.it
=> 10 marzo 2007 – Relazione "Chiamati a servire Gesù nel
servizio ai poveri: chi nel matrimonio, chi nella vita
religiosa, chi nel sacerdozio"
=> 12 marzo 2007 – Catechesi "Se uno è in Cristo è una nuova
creatura"

17) "ANTONIO SOCCI"
http://www.antoniosocci.it/Socci/index.cfm?
circuit=Main&name=CaricaOggetto&modalita=view&rnd=0.590031058228&id=46
0
I CRISTIANI DEVONO SCEGLIERE: O BENEDETTO XVI O ROSY BINDI
Ora, la parlamentare cattolica Bindi non solo dà il suo voto
ai Dico, ma è lei stessa la promotrice del progetto di legge
che riconosce di fatto le unioni gay. Il ministro sostiene
che non sono "matrimoni", ma i vescovi e il Papa (come la
maggior parte degli italiani) li giudicano una parificazione
oggettiva. Inoltre la Bindi non si limita a voler modificare
così le leggi dello Stato, ma sembra addirittura voler
modificare la dottrina cattolica, proclamando che i Dico
"non sono un peccato", ma "semi di bene". Con ciò mi pare
che si realizzi un ulteriore strappo, interno alla Chiesa. E’
un piccolo scisma dottrinale? Non so, ma si pone il problema
se – con queste posizioni – è ancora possibile al ministro
Bindi definirsi "parlamentare cattolica".

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Senza categoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...